Sei qui'
Home > ATTUALITA' > Smart-working. Consigli per semplificarsi la vita – Prima parte

Smart-working. Consigli per semplificarsi la vita – Prima parte

L’Italia ai tempi del Coronavirus scopre lo smart working, o meglio, il telelavoro, per necessità.

Arrivati impreparati a questa prova che impone di cercare di andare avanti anche senza poter essere fisicamente insieme, gli italiani non si sono scoraggiati e si sono organizzati.

Chi, i questi giorni di emergenza da Coronavirus, può lavorare da casa, si trova alle prese con organizzazione del lavoro e degli strumenti tecnologici a sua disposizione, in particolare la rete internet.

Abbiamo raccolto una serie di consigli che possono sembrare banali ma che vi consentiranno di navigare più velocemente, stabilmente e soprattutto risparmiare banda, sia per la velocità che per i costi per chi ha Giga limitati.

Chi ha la connessione fissa casalinga con il router wi-fi, per sfruttarla al meglio deve:

  • Posizionare il router nella stessa stanza del pc e in modo che quest’ultimo “veda” le antenne del router wi-fi. Se questo non è possibile, è consigliabile acquistare degli economici potenziatori del segnale wi-fi che si collegano alle prese della corrente – costo medio 15€.

Se ne potrà mettere anche uno per ogni stanza.

  • Assicurarsi che le antenne del trasmettitore wi-fi non siano coperte nè da oggetti nè da mobili.

Un modo per verificare il segnale nelle varie stanze, è quello di usare il proprio smartphone. Come? abilitando il wi-fi sullo smartphone, vi collegherete alla vostra connessione casalinga e controllerete quante “tacche” appiano sulla relativa icona. Fate questo per ogni stanza.

Molti usano lo smartphone come hotspot per collegarsi alla rete internet tramite pc, portatile o tablet. In questo caso, per rendere il collegamento più stabile e più veloce, occorre mantenere lo smartphone e anche il portatile, collegati all’alimentazione elettrica.

Evitare di mantenere aperte decine di pagine web contemporaneamente.

Sugli smartphone, chiudere tutte le app che sono eventualmente aperte, ad eccezione del browser che utilizzate (Explorer, Chrome, Mozilla o altri).

Agli utenti più avanzati, relativamente ai devirus installati sulle macchine, consigliamo di disattivare la scansione delle pagine web, che occupa banda, determina lentezza sul pc o sul desktop e ai fini della sicurezza, difficilmente riesce a prevenire le minacce serie. Per la sicurezza del vostro device, infatti, è già sufficiente l’attivazione del firewall ed il controllo dei file che i devirus eseguono.

In tutti i casi, gli utenti, grandi e piccoli, giovani e meno giovani, dovrebbero cercare di limitare lo scambio di file e di postare troppi video e foto sui social network.

E’ importante infatti cercare di lasciare la rete quanto più libera possibile per evitare un sovraccarico e un potenziale black out, in questi giorni in cui la rete internet è diventata di funzionalità strategica per tanti lavori, anche di emergenza ed essenziali. Va bene dunque un messaggio di vicinanza a parenti ed amici ogni tanto, vanno bene le foto e i video spiritosi che ci strappano una risata rendendo la “reclusione” più leggera ma sempre senza esagerare. Questo serve anche ad evitare la brutta sorpresa di trovarsi senza Giga di navigazione disponibili secondo il proprio piano tariffario: non dimentichiamo che whatsapp utilizza sempre la rete internet, la stessa che serve per la navigazione sul web, quindi utilizza i Giga e ricevere un video molto “pesante” anche senza visualizzarlo, comporta che si consumino ugualmente i Giga acquistati.

Lascia un commento

Top